It

News and Events

Proceq GPR Live permette di vedere all’interno delle strutture in calcestruzzo sul proprio iPad in 3D con la Realtà Aumentata, ridefinendo lo stato dell’arte nell’imaging strutturale

09 novembre 2018, 10:00 am CEST

Proceq, leader tecnologico nelle prove non distruttive, aumenta l’efficienza in questo campo con l’introduzione della Realtà Aumentata (AR) nel proprio georadar (GPR), permettendo agli utenti di guardare, letteralmente, all’interno delle strutture in calcestruzzo, quali edifici, gallerie e ponti, durante le attività di ispezione e rilevamento di difetti.

Un’ispezione efficiente delle infrastrutture e degli edifici è fondamentale per il rilevamento dei difetti e la verifica delle condizioni effettive (as-built) per evitare gravi cedimenti e crolli durante il ciclo di vita di un bene. Proceq sta trasformando il settore delle prove non distruttive attraverso l’innovazione continua, stabilendo nuovi standard in termini di prestazioni di misura, facilità d’uso e condivisione dei risultati delle ispezioni, migliorando l’analisi e le indicazioni ottenute e supportando il processo decisionale in tempo reale in situ, senza la necessità di costose e lunghe attività di post-processing.A partire da lunedì 24 settembre 2018 sull’App Store di Apple® è disponibile una nuova funzione di Realtà Aumentata (AR) (https://www.proceq.com/products/augmented-reality/) per l’app Proceq GPR Live, a livello globale. La soluzione proietta rappresentazioni tomografiche time-slice e 3D sopra e all’interno di strutture in calcestruzzo attraverso lo schermo dell’iPad. Il risultato finale è una visualizzazione diretta e intuitiva delle misure che facilita enormemente l’interpretazione dei dati in situ.

Proceq aggiunge funzionalità AR alla propria linea GPR esattamente un anno dopo il Global Summit 2017, in occasione del quale è stata lanciata la famiglia di prodotti Proceq Live. Da allora, Proceq e Tectus Dreamlab hanno unito le forze sull’AR, utilizzando le tecnologie più all’avanguardia in questo campo.

Con 3D on-site, AR integrata e una gamma di opzioni commerciali, incluso l’HAAS (hardware-as-a-service), i prodotti Proceq GPR Live garantiscono risultati con una chiarezza senza precedenti nell’ispezione del calcestruzzo, a livello mondiale. Grazie alla sincronizzazione automatica sul cloud Proceq Live, gli utenti possono mantenere la “cartella clinica” di un’infrastruttura o un edificio, accessibile da parte di tutti i membri coinvolti nel progetto.

Ralph Mennicke, CEO di Proceq, ha commentato: “I clienti della Proceq sono spesso responsabili della manutenzione di beni infrastrutturali di rilevanza critica in tutto il mondo. Hanno quindi bisogno di strumenti eccellenti, che permettano loro di eseguire valutazioni rapide e precise, nonché di redigere rapporti esaurienti sulle condizioni delle strutture esaminate. Stiamo sviluppando tecnologie e soluzioni rivoluzionarie che offrono nuove opportunità di collaborazione in remoto, ovunque e in qualsiasi momento. Il lancio di questa nuova funzionalità è solo l’inizio di un ingresso pianificato nel mondo dell’AR per l’intera gamma multitecnologica Proceq Live. Si tratta del nostro paradigma per trasformare i flussi di lavoro nelle prove non distruttive in modalità che per molti è difficile persino immaginare”.

Marcel Poser, Proceq Executive Chairman e CEO del Gruppo Tectus, ha sottolineato: “Fin dall’inizio abbiamo investito nell’Internet delle cose, nella realtà aumentata e virtuale, nonché nell’intelligenza artificiale a vantaggio di tutte le società del nostro gruppo. La costituzione di Tectus Dreamlab e la collaborazione con A*STAR, l’agenzia di ricerca governativa di Singapore, ha dato un impulso unico e straordinario verso l’innovazione a tutte le società del Gruppo Tectus. Proceq, in particolare, sta adottando gli ultimi progressi tecnologici digitali nel mobile per offrire un vantaggio competitivo nel settore delle prove non distruttive. Il fatto di essere divenuti un datore di lavoro molto ambito per i migliori talenti nelle più svariate discipline avvalora la nostra strategia di innovazione”.

Documents